Come (ri)dare valore ai tuoi vecchi articoli?

29 settembre 2017

Ridare valore ai vecchi articoli del blog

Offrire una grande quantità di articoli e di risorse ai tuoi lettori rappresenta uno dei valori aggiunti che il tuo blog può fornire. Non c’è dubbio.

Se scrivi spesso è il tuo blog è online da molto tempo c’è però un rovescio della medaglia: i tuoi articoli più vecchi tendono a sparire, dispersi tra le pagine dei tuoi archivi.

Certo, puoi organizzare al meglio tag e categorie per trovarli più facilmente. Senza dimenticare ovviamente il motore di ricerca interno.

Ma se invece volessi far un ulteriore sforzo per restituire valore ai vecchi articoli?

Ho classificato i vecchi contenuti in base a tre possibili livelli di utilità. Per ognuno di questi, ti suggerisco come potresti rivalutarli.

1. Articoli validi
2. Articoli semi-validi (da aggiornare)
3. Articoli non più validi

Articoli validi

Alcuni articoli rimangono sempre validi nel tempo.

Si tratta in genere di guide, tutorial, how-to o semplicemente di idee e consigli che rimangono invariati anche a distanza di anni.

È giusto perdere un articolo solo perché non più recentissimo? No, ovviamente no.

Quindi cosa puoi fare?

• Crea una lista

Hai una serie di vecchi articoli che riguardano una stessa tematica?

Ecco l’idea per un nuovo pezzo: una lista di questi articoli.

Una sorta di piccola guida che il lettore può approfondire spostandosi poi sul contenuto più specifico.

• Sfrutta la newsletter

Se hai una newsletter (hai una newsletter, vero?) puoi applicare lo stesso concetto.

Ogni tanto puoi fare un riepilogo dei contenuti più importanti che riguardano un argomento e inviarlo ai tuoi iscritti tramite e-mail.

• Condividili sui social

Per qualche strano motivo siamo ossessionati dal bisogno di condividere sempre nuovo materiale sui social network.

Ok, offrire nuovi contenuti è fantastico, ma non c’è nulla di male a proporre un vecchio articolo di tanto in tanto.

Il concetto è sempre lo stesso: l’utilità per chi legge.

Se un vecchio articolo è ancora valido e rappresenta ancora un valore aggiunto per i tuoi fan o follower, perché non dovresti riproporlo anche a distanza di tempo?

• Inserisci dei link nei tuoi nuovi articoli

La struttura di link interni del tuo blog è importante: dovresti sempre ricordarti di mettere i tuoi articoli in costante collegamento l’uno con l’altro.

E questo vale anche per i pezzi più meno recenti.

Ogni volta che scrivi qualcosa di nuovo hai l’occasione per inserire uno o più link a un vecchio contenuto attinente.

In questa maniera il lettore può approndire l’argomento e tu riproponi e non disperdi articoli utili.

Articoli semi-validi (da aggiornare)

Si tratta di articoli il cui contenuto è ancora valido per buona parte ma che hanno bisogno di alcuni ritocchi per poter essere considerati attuali.

Magari guide o tutorial a un software o plugin che nel frattempo è stato aggiornato. Così come idee su un social che nel frattempo è cambiato.

Immaginala come una manutenzione ordinaria del tuo blog.

Se dedichi il tempo necessario a renderli attuali avrai articoli validi al 100% e utilizzabili come tutti gli altri.

A questo punto puoi usare tutti i metodi visti prima o semplicemente ricondividere l’articolo facendo sapere che è appena stato aggiornato.

Articoli non più validi

C’è poco da fare: alcuni articoli diventano semplicemente obsoleti e finiscono per non avere più relazione col presente.

Beh, non devi buttarli. Non tutti almeno.

Valuta per esempio la possibilità di usarli come materiale di partenza per fare dei paragoni.

Puoi creare un nuovo post in cui metti a confronto i cambiamenti nel tempo di ciò di cui stai parlando e discutere l’evoluzione e l’impatto che questi stessi cambiamenti hanno avuto.

E poi c’è quella situazione particolare per cui un tuo articolo non più valido potrebbe continuare a ricevere tante visite perché ben posizionato su Google.

Se proprio non hai margine di aggiornamento, ricordati di inserire un link al tuo post più attuale sul tema: non vuoi perdere quei visitatori che si accorgono di non aver trovato ciò che stavano cercando, vero?

Tu come riutilizzi i tuoi vecchi post?

Queste sono le mie idee per mantenere i vecchi articoli sempre vivi, anche a distanza di tempo.

Tu hai altri suggerimenti?

Credi che sia importante conservare i tuoi post o che vadano semplicemente dimenticati? Fammi sapere la tua nei commenti!

Condivisioni
L’autore

Daniele Carollo

Ciao! Mi occupo di content marketing: strategia e creazione di contenuti per il web, SEO e Wordpress. Nel mezzo, una vagonata di caffè.

SEO per Wordpress: guida completa a Yoast SEO

Wordpress SEO by Yoast

Vuoi ottimizzare il tuo sito o blog in maniera facile?

Ho scritto una guida al plugin Wordpress SEO by Yoast che ti aiuta a impostarlo e sfruttarlo al 100%. Dai un'occhiata:

Ehi! Vuoi ricevere tutte le novità e contenuti esclusivi?

Wordpress SEO by Yoast

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti alla newsletter di Seocial: