Migliorare il tuo profilo Linkedin in 5 semplici passi

30 ottobre 2013

Migliorare il profilo Linkedin

Per molto tempo Linkedin è rimasto tra i più trascurati social network in Italia.

Messo a confronto con Facebook, Twitter o Instagram, viene spesso visto come quello noioso del gruppo – giusto qualcosa di più di un CV online.

In realtà, da un punto di vista strettamente lavorativo, si tratta di uno tra i più importanti network in circolazione: basti pensare che se cerchi su google il tuo nome e cognome, troverai spesso il tuo profilo Linkedin tra i primi 5 risultati. Non è da sottovalutare, vero?

Vista questa considerazione, ti faccio una domanda piuttosto ovvia: perché non dovresti voler ottimizzare il tuo profilo Linkedin e aumentare il tuo livello di visibilità online?

Non commettere l’errore comune di fermarti a creare un profilo poco curato…bastano pochi piccoli accorgimenti per poter fare la differenza!

1) Crea il tuo URL personalizzato

L’URL di default che LinkedIn ti assegna è una stringa di numeri e codici indecifrabile.

Certamente non quello che vuoi quando ti capita di doverlo comunicare a voce o di doverlo inserire in un bigliettino da visita. È vero che le persone possono trovarti cercando, ma perché non dovresti semplificarti la vita facilitando le modalità d’accesso al tuo spazio?

Creare il tuo URL personalizzato è semplice e rende il tuo profilo più professionale.

2) Completa tutti i campi del tuo profilo!

Hai mai pensato che il tuo profilo potrebbe essere la prima cosa che le persone vedono quando cercano di sapere qualcosa su di te e sulle tue esperienze lavorative, sui tuoi prodotti, servizi o sulla tua azienda?.

Non svalutarti con un profilo incompleto: aggiungi quante più informazioni possibili.

Non è nemmeno tanto difficile! LinkedIn ti aiuta molto a riempire tutti i campi mancanti con messaggi popup.

3) Un po’ di SEO: usa delle keyword nel tuo profilo

Non voglio risultare noioso pensando alla SEO anche quando parlo di Linkedin, ma puoi davvero provare a sfruttare al meglio i 2000 caratteri a tua disposizione.

Includi tutte le keyword correlate al tuo lavoro, ai tuoi interessi e alle tue competenze, poiché è per queste ricerche che vorrai essere trovato da potenziali clienti o datori di lavoro. La tua reperibilità, infatti, dipende anche dal modo in cui il motore di ricerca di Linkedin collega il tuo a queste keyword.

Se sei un social media manager, per esempio, dovresti scriverlo ogni qualvolta se ne presenti l’occasione. Non voglio dire che tu debba ricadere nello spam, ripetendo un po’ ovunque “social media manager” solo per sperare di essere più facilmente rintracciato. Ma quando hai il dubbio con un sinonimo, beh, scegli la keyword che ti interessa.

4) Scrivi una buona headline

Non devi necessariamente avere la tua professione lavorativa come headline professionale sotto il tuo nome. Puoi decidere per cosa vuoi essere notato e sceglierne una adeguata.

Vuoi che il tuo profilo sia esattamente associato alla tua attività? Bene, utilizza la tua professione.

Se invece c’è altro, puoi valutare di scegliere qualsiasi abilità o dote particolare che possiedi e usale per far sì che il tuo profilo spicchi e emerga tra la massa. Anche in questo caso, però, ricordati che le keyword sono importanti.

5) Aggiungi delle milestone con “sezioni”

Le sezioni sono veramente veloci da aggiungere e LinkedIn le promuoverà per te.

Se hai una qualsiasi certificazione, attestato, se conosci delle lingue, hai delle pubblicazioni o progetti, mettili in evidenza! Alcune sezioni, compresa “pubblicazioni”, ti permettono di aggiungere informazioni extra, come link al titolo del libro o dell’articolo che hai scritto.


Tutti questi sono solo semplici aggiustamenti, ma possono realmente fare la differenza per la visibilità del tuo profilo Linkedin.

Come dicevo prima, sono sempre più le persone usano LinkedIn per saperne di più di te.

A te dunque la scelta: vuoi rischiare di fare una brutta figura o assicurarti una gran bella prima impressione?

Condivisioni
L’autore

Daniele Carollo

Ciao! Mi occupo di content marketing: strategia e creazione di contenuti per il web, SEO e Wordpress. Nel mezzo, una vagonata di caffè.

SEO per Wordpress: guida completa a Yoast SEO

Wordpress SEO by Yoast

Vuoi ottimizzare il tuo sito o blog in maniera facile?

Ho scritto una guida al plugin Wordpress SEO by Yoast che ti aiuta a impostarlo e sfruttarlo al 100%. Dai un'occhiata:

Ehi! Vuoi ricevere tutte le novità e contenuti esclusivi?

Wordpress SEO by Yoast

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti alla newsletter di Seocial: