Quali sono i 5 più grossi errori SEO dei webmaster?

25 Novembre 2013

I 5 errori SEO dei Webmaster

Con questo articolo voglio inaugurare una serie di traduzioni libere, a mio parere particolarmente utili e istruttive, riguardanti i video rilasciati dal Google Webmaster Help e presentati generalmente da Matt Cutts. Per chi non lo conoscesse, Matt è a capo del team di Webspam di Google e fornisce puntualmente informazioni di grande utilità per tutti gli addetti ai lavori (e non solo).

Piccola premessa: Google è un motore in continua evoluzione che cerca sempre di migliorarsi e di migliorare l’esperienza degli utenti. Il video in questione risale allo scorso aprile e nel frattempo, ovviamente, Google ha continuato a lavorare in quest’ottica. Ultima tra le tante novità, il recente algoritmo Hummingbird di cui tanto si parla in questi giorni. Nonostante ciò, i principi base rimangono sempre validi e i video del GoogleWebmasterHelp sono per questo motivo sempre attuali.

La domanda a cui Matt risponde è:

Quali sono i 3-5 più grandi errori SEO che i webmaster commettono? Cosa si può fare per evitarli?”

Ottima domanda! Molte persone magari si aspetteranno roba super-avanzata, ma in realtà ti dirò semplicemente quali sono i più grossi problemi che i webmaster commettono in ambito SEO in base al volume di ciò che vedo. Quindi…

1) Il più grosso errore è…non rendere il tuo sito indicizzabile!

Tantissime aziende non hanno un sito web…o per lo meno è come se non lo avessero!

Se hai un sito in cui le pagine/i servizi/ecc non possono essere trovati con una certa facilità…è un grosso problema. Quindi, inizia a cliccare in giro per il tuo sito e assicurati di poter raggiungere ogni singola pagina semplicemente tramite i click sui link. Realmente, cerca semplicemente di girare per il tuo sito e assicurarti che tutti i tuoi contenuti siano collegati in qualche modo tra di loro.

2) Non includere le giuste parole nella pagina

Pensa a cosa le persone scriveranno e includi le parole nelle tue pagine. Quindi non vorrai dire solo parole come “altezza dell’Everest” ma piuttosto “quanto è alto l’Everest?”, perché ciò che le persone scriveranno è “quanto è alto l’Everest?”. Inoltre, non si tratta solo di includere le giuste parole. Per intenderci, se hai un ristorante, includi il menu! E inseriscilo come testo, non solo come pdf, per assicurarti che sia leggibile e indicizzabile. Scrivi i servizi che offri sul sito.

Realmente, vedendo ciò che in giro sulla rete, questi sono i due più grossi errori in assoluto. Non assicurarsi di rendere il sito indicizzabile e il non inserire tutti i servizi offerti e quindi non fare capire bene cosa stai offrendo.

3) Focalizzarti troppo sulla link building invece che su contenuti e marketing di qualità

Il terzo errore è sicuramente quello di pensare troppo alla link building. Ricordati che alla base di tutto c’è il bisogno di convincere gli utenti.

Se stai lì a ripeterti che devi trovare un buon numero di link per far felici i motori di ricerca finirai solo per ignorare una serie di altre infinite possibilità importanti. Al contrario, prima di tutto, dovresti pensare a creare qualcosa di realmente attrattivo e convincente per le persone e, solo una volta fatto ciò, focalizzarti a espandere il tutto con un’operazione di marketing adeguata.

Non fermarti ai link: pensa ai contenuti, a renderli interessanti e pubblicizzare il tuo sito in giro (bacheche, forum, pubblicità, ecc.)

4) Non ottimizzare title e description delle pagine più importanti

Pensa alla tua homepage e al title. Se un utente dovesse metterla tra i preferiti, riuscirà a ritrovarla facilmente o vedrà qualcosa come “untitled”?

Avere una description accurata invece può voler dire fare la differenza quando un utente trova il tuo sito nella ricerca di Google.

Mi rendo conto che fare queste operazioni per ogni singola pagina del sito può essere un lavoro molto faticoso, ma dedicare un po’ di tempo per farlo almeno per le pagine che ricevono più traffico può realmente renderlo migliore e invogliare sempre più le persone a cliccare più spesso.

Alcune volte magari si tratterà della risposta alla domanda che cercavano, altre volte semplicemente farà si che qualcuno “questo sito rappresenta un’ottima risorsa!”

5) Non usare le risorse di Google

Google mette a disposizione il Google Webmaster Tools, un blog da leggere, tanti video per i webmaster e molte altre risorse.

C’è veramente tanto materiale a disposizione sul web  e tante persone interessate alla SEO pronte a darvi i loro consigli se chiedete! Basta esplorare tutti questi spazi per aiutarvi a migliorare davvero tanto.


Fonte e video originale:

Condivisioni
L’autore

Daniele Carollo

Ciao! Mi occupo di content marketing: strategia e creazione di contenuti per il web, SEO e Wordpress. Nel mezzo, una vagonata di caffè.

SEO per Wordpress: guida completa a Yoast SEO

Wordpress SEO by Yoast

Vuoi ottimizzare il tuo sito o blog in maniera facile?

Ho scritto una guida al plugin Wordpress SEO by Yoast che ti aiuta a impostarlo e sfruttarlo al 100%. Dai un'occhiata:

Ehi! Vuoi ricevere tutte le novità e contenuti esclusivi?

Wordpress SEO by Yoast

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti alla newsletter di Seocial: