3 Consigli per scegliere e usare il giusto hashtag

18 Novembre 2013

Ormai troviamo e vediamo hashtag nelle più svariate campagne di marketing.

E a dirla tutta, ciò avviene anche nelle campagna esterne ai social media: il famoso cancelletto è ovunque, tra pubblicità cartacea, tv, cartelloni e ogni altra mezzo possibile.

Non ci sono più dubbi quindi sulla forza e la possibilità che gli hashtag stessi hanno di amplificare  e dar forza a un qualsiasi messaggio pubblicitario. La domanda è: come scegliere e utilizzare quello giusto per il tuo brand?

1) Scegli un hashtag breve

Gli hashtag funzionano meglio se son brevi e vanno dritti al punto: si sono sviluppati e evoluti su Twitter – dove hai un limite di 140 caratteri – e sono quindi  pensati per integrarsi in uno spazio conciso.

Un hashtag come #IoTifo si presta a essere facilmente integrato in diverse strategia di marketing.

#HashtagCheSonoLunghiComeQuestoQui non solo tendono a distrarre piuttosto che ad attirare, ma rendono anche difficile per i fan del brand (e non solo) l’utilizzo e la condivisione degli stessi sui network con limiti di caratteri.

E poi, diciamocelo senza problemi…sono orribili e difficili da leggere.

2) Scegli un hashtag informale

Gli hashtag funzionano particolarmente bene se riescono a stimolare una conversazione o a essere addirittura l’oggetto di un discorso.

Tanto più l’hashtag è informale, colloquiale, discorsivo, e tanto più facile è che ciò avvenga. Non avere paura di non essere sufficientemente formale (anzi!) né di dover rimanere troppo vincolato al tuo brand: deve essere efficace prima di tutto!

3) Crea un hashtag unico

Cavalcare l’onda di un hashtag che esiste già va bene, ma è – appunto – una strategia supplementare.

Se vuoi invece aumentare l’attenzione sul tuo marchio devi pensare a un hashtag originale, una frase, una dichiarazione, un racconto sul tuo prodotto che possa veicolare il messaggio che vuoi proporre.

Un esempio tra i più classici? I concorsi. Puoi lanciare un concorso associato a un hashtag e far raccontare a chi ti segue (e non solo) storielle e aneddoti da legare all’hashtag stesso.

Condivisioni
L’autore

Daniele Carollo

Ciao! Mi occupo di content marketing: strategia e creazione di contenuti per il web, SEO e Wordpress. Nel mezzo, una vagonata di caffè.

SEO per Wordpress: guida completa a Yoast SEO

Wordpress SEO by Yoast

Vuoi ottimizzare il tuo sito o blog in maniera facile?

Ho scritto una guida al plugin Wordpress SEO by Yoast che ti aiuta a impostarlo e sfruttarlo al 100%. Dai un'occhiata:

Ehi! Vuoi ricevere tutte le novità e contenuti esclusivi?

Wordpress SEO by Yoast

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti alla newsletter di Seocial: