6 Modi per scrivere un titolo davvero efficace

4 ottobre 2017

Come scrivere un titolo efficace

L’obiettivo è chiaro: creare un contenuto di qualità che riesca a catturare i lettori e a portarli a commentare e condividere.

Servono impegno e capacità. Devi saper scrivere, certo, ma anche conoscere bene ciò di cui stai parlando.

E poi devi riuscire a trasformare ciò che vuoi dire in concetti chiari e comprensibili.

Prima di arrivare al testo, però, devi passare dal titolo. Sai che proprio il titolo è uno degli elementi più importanti in assoluto?

Il motivo è semplice: qualsiasi lettore ha ormai a sua disposizione un’infinita scelta di blog e siti e vuole decidere in fretta quale testo merita la sua attenzione e il suo tempo.

E per farlo, quasi sempre, non può fare altro che affidarsi al titolo.

Che si tratti di una ricerca su Google o di una serie di condivisioni sui social, è sempre quel titolo che colpisce la tua attenzione a decretare la tua scelta finale.

Ma come si scrive un titolo che cattura il lettore?

Semplice, diretto, chiaro, essenziale

La prima regola? Sii chiaro e diretto!

Non usare giri di parole troppo complicati. Per quelli, se proprio senti l’esigenza, ci sarà modo e tempo all’interno dell’articolo.

Quando scrivi un titolo devi assicurarti di centrare chiaramente il punto, senza lasciare troppi dubbi. In altre parole, chi legge deve sapere cosa aspettarsi e capire cosa troverà una volta aperto l’articolo.

Attenzione però a non commettere l’errore opposto! Devi far capire chiaramente di cosa parlerai senza rivelare in anticipo le informazioni utili (che invece finiranno nell’articolo).

Se fornisci la soluzione già nel titolo il lettore potrebbe non sentire l’esigenza di far click e leggere l’articolo, avendo già trovato ciò che stava cercando.

In sintesi:

Come scrivere un titolo efficace?

1. Devi essere chiaro, diretto e essenziale.
2. Fai capire chiaramente il punto, ciò di cui parlerai.
3. Non rivelare le informazioni per cui vale la pena aprire e leggere il tuo articolo.

Come scrivere dunque un titolo che cattura?

Stabilite certe priorità, è tempo di scrivere il tuo titolo. Spazio all’inventiva dunque, ma tenendo presente alcuni schemi collaudati che i maggiori blogger utilizzano costantemente e che attirano i lettori:

1. Come fare a… 

Uno dei metodi più utilizzati in assoluto per un motivo molto semplice: risponde a un’esigenza specifica del lettore.

Le persone sono alla costante ricerca di guide, consigli e tutorial di ogni tipo. Vogliono sapere come preparare un piatto, come installare un programma, come riparare l’aspirapolvere…

Quando scegli un titolo di questo tipo stai letteralmente promettendo a chi legge di avere la risposta a ciò che stava cercando.

Es. – Come (ri)dare valore ai tuoi vecchi articoli?

2. Come NON fare…

I titoli negativi, tanto sottovalutati quanto importanti.

Pensa a tutte le volte che hai letto un titolo che ti diceva come NON fare qualcosa. Non hai avuto l’istinto di dare un’occhiata?

Non importa quanto siamo già a conoscenza di un determinato argomento: quando qualcuno vuole dirci cosa non va fatto vogliamo saperne di più, anche solo per replicare.

Siamo curiosi per natura e ci piace smentire ciò che dicono gli altri. Quindi, questi titolo funzionano. Tanto!

Es – Come NON scrivere assolutamente un titolo

3. Fare una domanda

Domandare è un’altra delle strategie più efficaci.

Sai che a volte basta trasformare un titolo banale in una domanda per raddoppiare i click ottenuti?

No, non sto esagerando!

La ragione è semplice, anche in questo caso: quando poni una domanda provochi curiosità e voglia di scoprire quale sia la risposta.

Es. – La differenza tra categorie e tag: come usarli al meglio?

4. Elenchi, liste e classifiche

Sai perché elenchi, liste e classifiche attirano l’attenzione dei lettori?

Sottointendono che leggere il tuo articolo vuol dire trovare varie idee e consigli riguardanti il problema o la questione.

A chi non piace avere una larga scelta tra varie opzioni?

Per la classifica vale lo stesso concetto, con una piccola differenza: stai anche dando una gerarchia di importanza alle soluzioni che proponi.

Es. – 13 Errori SEO davvero banali (ma importanti) e come risolverli

5. Usare aggettivi o linguaggio molto forti

Qui punti sull’enfasi. Prometti delle idee o delle soluzioni…incredibili.

Questo tipo di titolo senza dubbio colpisce molto, ma ti do un consiglio: utilizzalo solo quando promette il vero.

Se non lasci il lettore soddisfatto, se riporti solo idee banali o se si trattava di una falsa promessa finirai per ottenere l’effetto opposto!

Il tuo titolo passerà per clickbait e le persone potrebbero non fidarsi più di te.

Es – Come scrivere un titolo incredibile – 5 modi spettacolari per…

6. Essere stravaganti e poco convenzionali

Un’idea che mi piace molto per variare e incuriosire: fare associazioni poco ovvie o usare strane metafore e paragoni che potranno essere comprese meglio solo leggendo l’articolo.

Non è certamente il massimo da un punto di vista SEO, certo.

Stai sacrificando un po’ il titolo del tuo pezzo, ma puoi permetterti di farlo una volta ogni tanto e soprattutto con quegli articoli che non punti realmente a posizionare su Google.

Es – La guida dell’uomo ragno per…

Hai già deciso il tuo prossimo titolo?

Tutti i metodi di cui ti ho parlato hanno qualcosa in comune: incuriosiscono, anticipano il contenuto senza però rivelare nulla e ti convincono a far click per saperne di più.

A volte perché stai risolvendo un bisogno o un’esigenza, altre perché sei stato bravo a instillare un dubbio nella testa di legge, il risultato finale è sempre quello di creare il desiderio di leggere ciò che hai scritto.

E d’altra parte se sei arrivato fin qui hai iniziato proprio da quel titolo in alto che hai letto prima, no?

Ora però dimmi la tua: tu utilizzi normalmente queste strategie? Ne conosci altre? Parliamone nei commenti qui sotto!

Condivisioni
L’autore

Daniele Carollo

Ciao! Mi occupo di content marketing: strategia e creazione di contenuti per il web, SEO e Wordpress. Nel mezzo, una vagonata di caffè.

SEO per Wordpress: guida completa a Yoast SEO

Wordpress SEO by Yoast

Vuoi ottimizzare il tuo sito o blog in maniera facile?

Ho scritto una guida al plugin Wordpress SEO by Yoast che ti aiuta a impostarlo e sfruttarlo al 100%. Dai un'occhiata:

Ehi! Vuoi ricevere tutte le novità e contenuti esclusivi?

Wordpress SEO by Yoast

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti alla newsletter di Seocial: