Come costruire e monetizzare una pagina su Facebook?

29 ottobre 2013

Carta di credito Facebook

Alcuni non ci provano nemmeno. Credono che sia impossibile guadagnare con Facebook e preferiscono mantenersene alla larga.

Altri fanno l’opposto: ci credono, ci provano…ma non cavano un ragno dal buco. A volte dimenticano che le persone non sono su Facebook per comprare, ma per rilassarsi: è importante offrire loro qualcosa in maniera creativa e solo dopo aver lavorato sulla fiducia nei tuoi confronti.

In altre parole, solo dopo aver costruito e lavorato su una pagina dedicata a una nicchia specifica. Quindi…

Costruisci la tua nicchia

1) Scegli un argomento che ti piace

Costruisci la tua nicchia su un tema che ti appassiona realmente o che almeno conosci bene. Dovrai aggiornarla e farlo con costanza: trattare un argomento a te sconosciuto può essere un brutto autogoal.

Trovare uno spunto, un’idea, un buon lancio è più facile quando sei il primo appassionato/a di ciò di cui stai parlando.

2) Evita i temi troppo generici

Cerca di evitare, se possibile, gli argomenti troppo generici: non si tratterebbe più di una nicchia altrimenti.

Pensa a una pagina con argomento i meme, che potrebbe raggiungere con relativa facilità numeri molto alti. Credi sia solo una discussione numerica?

La realtà è che conta la tipologia e la predisposizione dei mi piace: una pagina sui meme con un milione di fan non sarà mai migliore (da un punto di vista economico) di una sulla cucina di dolci con 250.000 fan.

Poi se tu riesci a vendere più facilmente qualcosa a un ragazzino di 12 anni che ha messo il suo like alla pagina meme rispetto a un adulto che segue la tua pagina sulla cucina…complimenti!

3) Analizza le caratteristiche del tuo pubblico prima di scegliere

In ogni caso e a prescindere da tutto, dovresti sempre capire quale sarà il tuo pubblico e in che maniera potrei monetizzare dallo stesso.

Vorrai quindi scegliere sì una nicchia, ma vorrai anche assicurarti che il pubblico sia abbastanza vasto: se scegli lo sport che pratica solo tuo cugino in tutto il mondo, forse è un po’ troppo di nicchia.

Dovresti dare anche un’occhiata all’età: se il tuo target è molto giovane, assicurati che abbia la possibilità di spendere per acquistare ciò che proponi. Viceversa, potresti voler cambiare argomento.

Non commettere infine l’errore opposto: va bene avere un vasto pubblico, ma attenzione a non pescare in un mercato ultrasaturo, a meno che tu non stia offrendo qualcosa di realmente innovativo.

Guadagna un buon numero di fan

Inizialmente tutto è molto complicato.

Quando crei una nuova fanpage è sempre particolarmente difficilmente riuscire a farla crescere senza investire in Ads e spendere, quindi, soldi.

1) Concentrati sui fan reali

È vero, qualcuno ti ha detto che è possibile evitare questa spesa e spendere molto meno per acquistare dei fan fasulli. Il problema è che non serve a niente: ti ritrovi con un tot non definito di mi piace in più sulla tua pagina che però non saranno mai attivi sulla stessa. Finirai semplicemente per falsificare le statistiche riguardanti le interazioni su pagina e condivisioni.

Ricorda che ti interessa una sola tipologia di fan: quelli reali e attivi. Fan che apprezzano i tuoi contenuti e che avranno voglia di cliccare mi piace e di condividere ciò che posti.

2) Valuta Facebook Ads

Se hai una anche piccola disponibilità economica, io ti consiglio di investire qualcosa in ads, come ti accennavo prima. Le ads permettono di filtrare la pubblicità per tematiche e contenuti, in modo tale da mostrare i tuoi annunci solo agli utenti che possono realmente essere interessati: in questo modo ti assicuri che il tuo investimento sia sensato e proficuo.

Voglio comunque tranquillizzarti, non dovrai pagare ads per tutta la vita. Devi considerare questa spesa soprattutto nella parte iniziale, quando la pagina è sconosciuta ai più su Facebook. Una volta ottenuta una buona base, il resto verrà da sé: gli utenti inizieranno a condividere, mettere mi piace e commentare con frequenza e sempre più persone conosceranno il tuo nome. Sarà quindi molto più facile far crescere i numeri in maniera naturale.

Monetizza la tua pagina

Lo so che non vedi l’ora di vedere un ritorno economico per ciò che stai facendo, ma siamo realisti: inizialmente te lo devi scordare.

Non devi pensarci, non deve nemmeno passarti per la testa. Devi solo pensare a lavorare sui tuoi fan, sui tuoi numeri e su ciò che presenti al tuo pubblico. E soprattutto, continuare a farlo anche quando inizierai a guadagnare qualcosa…se vuoi che il guadagno non sia solo temporaneo.

Devi tenere i tuoi lettori legati per sempre alla pagina: hanno pur sempre l’opzione di non seguirti più quando vogliono.

Torniamo ai modi per guadagnare con la pagina Facebook. Sono tanti, ma tra i più comuni mi vengono in mente:

1) Vendi ciò di cui parli sul sito

il più comune è la realizzazione di un sito o blog in cui vendi il prodotto o i prodotti di cui parli nella pagina stessa. Se non commerci direttamente, puoi comunque stringere degli accordi con i fornitori per avere una percentuale su ciò che vendi tramite il tuo sito e la tua fanpage.

La pagina diventa quindi in questo caso un tramite, una via di passaggio tra l’acquirente e ciò che vendi sul sito.

2) Vendi gadget

Se proprio non hai modo di organizzare un vero e proprio commercio di prodotti, puoi provare a realizzare in autonomia gadget piacevoli e/o simpatici riguardanti l’argomento della tua pagina. Se poi riesci a offrirli a un prezzo molto basso, potresti davvero ottenere un bel numero di vendite.

3) Vendi visibilità sulla pagina

Quando raggiungi un grande seguito puoi iniziare a offrire spazi promozionali direttamente sulla pagina.

Puoi promuovere, far parlare, far scoprire persone, servizi e contenuti legati alle tematiche che tratti. Una sorta di vetrina insomma.

Non buttare via tutto!

Ricordati quello che ti ho detto prima: devi continuare a tenere alto il livello della pagina anche dopo aver iniziato a guadagnare.

Se ti fai sopraffare dai primi soldi, perderai presto il tuo seguito. È importante invece continuare a offrire ciò che hai sempre dato e, anzi, trovare modi per migliorare.

Il tuo seguito continuerà a crescere e, probabilmente, con esso anche i guadagni. Ed è quello che vuoi, no?

Condivisioni
L’autore

Daniele Carollo

Ciao! Mi occupo di content marketing: strategia e creazione di contenuti per il web, SEO e Wordpress. Nel mezzo, una vagonata di caffè.
13 Commenti
  1. pietro

    ciao ho una pagina di palestra dove si parla di integratori ed allenamento, volevo sapere dato che è un argomento di nicchia e dove c’è un grosso commercio di integratori, accessori, attrezzi, vestiario e gadget vario quanti fan dovrei avere per spingere un ecommerce. il mio obiettivo è vendere online la pagina ha 800 mi piace.

    1. Daniele Carollo

      Ciao Pietro,

      bisognerebbe analizzare più a fondo la situazione :)

      Sarà necessario capire che percentuale dei tuoi fan ti segue perché acquista normalmente quei prodotti e quanti invece sono solo interessati a consigli sull’allenamento: di sicuro dovrà crescere ancora un bel po’ se vuoi usarla come strumento principale per spingere l’ecommerce.

  2. lorenzo p

    ciao daniele, potresti scrivermi in mail dovrei chiederti delle cose, grazie mille :)

  3. Giammarco Graziani

    Ciao una pagina calcistica sul Bari di circa 7000 mi piace cosa mi consigli riguardo l’argomento??

    1. Daniele Carollo

      Ciao Giammarco,

      al momento mi concentrerei esclusivamente sulla crescita dei numeri (reali).

      Continua a postare e a cercare di creare contenuti con cui i tifosi del Bari vogliano interagire e che vogliano condividere (nel bene e nel male). Più in là, poi, potresti pensare di produrre gadget a tema, per dirne una tra le tante ;)

  4. Emanuele

    Ciao grazie per la guida è davvero interessante leggerti. Volevo chiederti alcune cose, per esempio una pagina che può iniziare a monetizzare quanti mi piace deve avere? 6000? 20000? È una volta ottenuti i giusti like ammesso che riesci a mantenerli con quali affiliati può iniziare a monetizzare? Quali partner scegliere? Parlo di concretizzare qualcosa tramite il traffico web. Ti ringrazio spero di leggere presto una tua risposta.

    1. Daniele Carollo

      Ciao Emanuele,

      ti ringrazio! Purtroppo, però, credo che dovrò deluderti dandoti risposte generiche.

      Il numero di like, prima di tutto, non si può davvero definire. Dipende dal settore, da cosa tratti o cosa vendi, da mille componenti. Un argomento ultraspecifico potrebbe “vendere” con 10000 fan, mentre uno più ampio avere bisogno di 10 o 100 volte tanto.

      Lo stesso discorso è valido per le affiliazioni: se fai tante visite potresti preferire un partner in stile adsense, per convertire i grossi numeri. Se invece tratti un argomento di nicchia è più probabile che tu preferisca un partner che ti paga per pubblicizzare e/o vendere un prodotto specifico.

      Tutto è davvero molto soggettivo e varia da caso a caso. Spero di averti dato uno spunto comunque utile, ciao!

  5. Federico

    iao ho leto il tuo articolo ed ho trovato degli spunti veramente interessanti quindi grazie innanzi tuttto.possiedo una pagina riguardante videoriprese aeree da me realizzate con un drone professionale,quindi video in 2k f oto in 4 k,la pagina è attiva da poco piu di una settima con risultati inimmaginabili,ha una media di 5000/10000 visualizzazioni al giorno ma non ho mi piace,cosa mi consiglieresti?i mi piace un una settimana sulla pagina non sui singoli posto è di circa 370….grazie per un eventuale consiglio

  6. Paolo

    Ho sentito dire che condividendo video e contenuti di particolari siti è possibile ottenere un guadagno.
    È vero ?

    1. Daniele Carollo

      Ciao Paolo,

      spiegami meglio! Cosa intendi con “video e contenuti di particolari siti”?

  7. Chiara Parisi

    Ciao io ho una pagina Facebook (per la promozione turistica di una zona montana del Sannio) ovviamente è appena nata e ora non pretendo niente se non la pazienza di farla crescere pian piano,mi chiedevo solo se è possibile monetizzare una pagina che non vende un prodotto ,ma pubblicizza un luogo,gli eventi che si svolgono e così via….e se si può fare,come si fa?!?!

    1. Daniele Carollo

      Ciao Chiara,

      è sempre difficile rispondere senza conoscere nello specifico un settore e il suo pubblico. La butto lì: magari raggiunti determinati numeri puoi pensare di offrire pubblicità a hotel, ristoranti e aziende in generale che lavorano in zona. Che ne pensi?

SEO per Wordpress: guida completa a Yoast SEO

Wordpress SEO by Yoast

Vuoi ottimizzare il tuo sito o blog in maniera facile?

Ho scritto una guida al plugin Wordpress SEO by Yoast che ti aiuta a impostarlo e sfruttarlo al 100%. Dai un'occhiata:

Ehi! Vuoi ricevere tutte le novità e contenuti esclusivi?

Wordpress SEO by Yoast

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti alla newsletter di Seocial: