Aumentare le visite del blog in 31 passaggi: ti bastano?

21 giugno 2017

Aumentare le visite del blog

Hai creato il tuo blog. Hai scelto il nome e forse anche un logo.

Hai iniziato a scrivere e a pubblicare. Bene!

Ora però è arrivato il momento cruciale: come puoi far crescere il numero di visitatori?

All’inizio non è facile, è vero: ci stai già mettendo impegno, costanza e dedizione… ma non bastano. Da dove iniziare?

Conoscere i tuoi lettori

Sì, lo so, vuoi andare al dunque. Vuoi leggere subito i 31 passaggi che ti ho promesso.

Prima, però, mettiamo una cosa in chiaro: non puoi pensare di veder crescere le visite se non sai a chi ti stai rivolgendo.

Non puoi scrivere a caso, a ispirazione: devi conoscere i tuoi potenziali visitatori, capire cosa stanno cercando e creare articoli, pagine, guide, immagini che forniscano loro la risposta perfetta.

In sintesi:

COME AUMENTARE LE VISITE DEL BLOG?Il primo passo per aumentare le visite del tuo blog devi studiare le persone che vuoi raggiungere, capire cosa stanno cercando su Google e cosa vogliono trovare. Ideare e realizzare contenuti di valore che rispondono perfettamente alle loro richieste è il tuo obiettivo.

Stabilito questo…vediamo insieme questi 31 passaggi di cui ti parlavo?

Contenuti (come)

1) Pubblica regolarmente

È vero che in linea generale se pubblichi di più ottieni più visite – a patto che la qualità dei post non cali, si intende – ma la cosa più importante è la costanza.

Puoi anche scrivere una o due volte a settimana, ma fallo con continuità: le persone hanno bisogno di sapere ogni quanto aspettarsi un nuovo contenuto.

2) Scrivi di ciò che conosci

Devi conoscere l’argomento se vuoi scrivere un buon pezzo. Se hai passione per ciò di cui scrivi diventerà tutto molto più facile.

Poi è ovvio, potresti essere un SEO copywriter per mestiere e scrivere per aumentare le visite di un altro blog: ma anche in questo caso avrai studiato la materia prima di iniziare.

3) Scegli un titolo che cattura

L’articolo può anche essere grandioso, ma prima devi convincere le persone ad aprirlo. Avere un’idea chiara di come scrivere un titolo per catturare l’attenzione è fondamentale.

4) Inserisci almeno un’immagine

Ok, non è obbligatorio. Esistono blog di successo che non inseriscono mai immagini.

Le statistiche però sono chiare: utilizzare almeno un’immagine a contorno del tuo articolo aumenta notevolmente le probabilità di share.

5) Usa uno stile diretto (se puoi)

Lo stile diretto è vincente, senza dubbio. Da’ del tu ai tuoi ospiti e abbatti le barriere: è un dialogo tra amici, o quasi.

Ovviamente in alcuni casi non potrai proprio, lo capisco. Se però la scelta è tua, non avere dubbi.

Contenuti (cosa)

6) Crea contenuti di qualità

Devi scrivere contenuti di qualità che offrano veramente qualcosa a chi legge.

Non è necessario scrivere sempre e solo post della vita: a volte bastano un paio di buoni consigli per lasciare il lettore soddisfatto.

E se ogni tanto hai il blocco dello scrittore ricorda che esistono un sacco di modi per trovare idee per nuovi articoli.

7) Scrivi tutorial e guide

Le guide sono un veicolo eccezionale di traffico. Sai perché? È facile: le persone cercano risposte e le guide sono la risposta per eccellenza.

Crea un tutorial dettagliato su qualcosa che conosci bene e fa’ felici i tuoi – prossimi – lettori.

8) Pubblica un’intervista

Anche le interviste funzionano alla grande: di tanto in tanto puoi offrire anche il punto di vista di qualcun altro, specialmente se si tratta di qualcuno che è già riconosciuto come autorevole nel settore.

Non solo crei un ulteriore contenuto di qualità ma, in linea di massima, vieni anche pubblicizzato dalla persona che hai intervistato (che sarà felice di condividere l’articolo).

9) Crea un’infografica

Del potere delle immagini abbiamo già parlato.

L’infografica è una grandiosa possibilità per creare un contenuto originale, personale, esteticamente accattivante e che raccolga tante informazioni in maniera veloce.

Assicurati ovviamente di inserire un richiamo al tuo blog per farti trovare facilmente quando viene condivisa su altri siti o sui social.

10) Realizza un video

Potresti preparare un singolo video o addirittura aprire un vero e proprio canale Youtube da utilizzare come fonte di personal branding e di visite per il tuo blog.

Ovviamente devi metterci la faccia nel vero senso della parola: assicurati di studiare cosa fanno gli altri e di fare qualche prova prima di iniziare.

11) Regala risorse gratuite

È vero, tutti i tuoi contenuti lo sono. Ma parlo di altro: un ebook per esempio. Un video-corso. Qualcosa per cui ti aspetteresti di pagare e che invece può far parlare di te e – visite a parte – conferirti autorevolezza.

12) Ospita un guest post

Dai spazio a qualcuno di cui ti fidi ogni tanto. Hai la possibilità di avere un contenuto interessante per il tuo blog e un alleato in più nella condivisione e diffusione di quell’articolo.

E poi, anche se non ha direttamente a che fare con l’aumento delle visite del blog, una collaborazione – seppur mini – è sempre un’ottima occasione per migliorare le proprie relazioni lavorative.

13) Rispolvera i vecchi post

Non lasciare che i tuoi vecchi articoli finiscano nel dimenticatoio. Non tutti almeno.

A molti basta una rinfrescata: controlla se bisogna aggiornare qualcosa, se c’è qualche link da modificare.

Bastano pochi minuti per ridare valore a un vecchio post.

14) Utilizza la newsletter

A corollario di tutte queste possibilità c’è la newsletter: uno strumento ancora oggi molto potente e una fonte di visite per il tuo blog.

Scegli tu come usarlo: puoi inviarla spesso per informare gli iscritti della pubblicazione di un articolo o inviarla ogni tanto con un riassunto di ciò che hai scritto nell’ultimo periodo.

E tanto altro, ovviamente.

Commenti

15) Scegli i commenti più adatti al tuo blog

L’eterno dibattito: commenti nativi o commenti social?

Se i commenti possono aggiungere valore al tuo blog usa quelli nativi. Altrimenti propendi per quelli social per aumentare la tua visibilità su Facebook, Twitter e su tutti i social network.

In entrambi i casi la scelta giusta può aiutarti a far crescere il numero di visitatori del tuo blog.

16) Rispondi ai commenti

Dai la possibilità ai lettori di commentare? Ok, allora devi rispondere.

Qualcuno ha dedicato parte del suo tempo per donarti un contributo: il minimo che puoi fare per ringraziarlo è replicare.

17) Commenta sui blog degli altri

Inizia a dedicare parte del tuo tempo per commentare altri blog.

Non tutti indiscriminatamente, si capisce. Mira a persone che reputi in gamba e con un bel progetto alle spalle.

E non commentare tanto per commentare con un banale “bell’articolo”. Aggiungi valore, dì la tua e incuriosisci l’autore del blog e i suoi lettori.

Social Network

18) Condividi sui social

Assicurati di condividere i tuoi articoli su tutti i social che possono aiutarti. Facebook, Google+ e Twitter dovrebbero (quasi) sempre essere presenti. Gli altri dipendono dalla natura del tuo blog.

19) Inserisci i pulsanti social

Hai condiviso il tuo pezzo e hai fatto bene. Ma devi dare la possibilità a chiunque di farlo in maniera comoda: non dimenticare di inserire a fine articolo i pulsanti di condivisione social.

20) Sfrutta il potere dei gruppi

Un gruppo di discussione – su Facebook o G+ – su una determinata nicchia, se ben avviato, può diventare una fonte incredibile di traffico.

Non limitarti però a condividere (spammare?) i tuoi articoli a caso: devi creare valore commentando e fornendo informazioni utili per gli altri partecipanti.

Quando condividerai un articolo gli altri avran più voglia di scoprire cosa ha scritto una persona che ritengono autorevole.

21) Crea contenuti ad hoc

Condividere i tuoi pezzi sui social è giustissimo.  Ma non basta: crea anche contenuti specifici, pensati per questi spazi. Una grafica particolare, un appuntamento settimanale.

Da lì puoi poi rimandare al tuo blog e al post che nello specifico ti interessa.

SEO

22) Ottimizza i contenuti per Google

Hai controllato che meta-tag, title, description e ogni altra cosa sia a proprio posto? Assicurati che il tuo articolo sia facilmente “reperibile” da Google e dai motori di ricerca in generale.

23) Scrivi articoli SEO-oriented

Non dico che ogni tuo singolo articolo debba essere pensato in ottica SEO. Mixare però è importante: assicurati di creare anche post studiati per ricevere traffico da una specifica ricerca su Google.

24) Inserisci i link interni

Cerca di inserire qualche link ad altri articoli all’interno dei tuoi post. Non si tratta solo di SEO ma anche di utenti: da’ loro la possibilità di scoprire facilmente altri contenuti interessanti e di non fermarsi a quello che stanno leggendo.

25) Linka risorse di valore esterne al tuo blog

Non solo link interni. Dovresti inserire anche dei collegamenti esterni al tuo blog a risorse di valore, utili per i tuoi lettori.

Se poi stai linkando un altro blog c’è sempre la possibilità che il blogger linkato ricambi il favore e che voglia citarti.

26) Scrivi un guest post

Prima ti ho consigliato di ospitare un guest post. Ora ti propongo anche di fare guest blogging.

Anche in questo caso la valenza è sia SEO – soprattutto se ottieni un link in cambio – che diretta all’incremento delle visite del blog: link o citazione che sia, il tuo spazio verrà messo in mostra davanti a un pubblico che potrebbe ancora non conoscerti.

Estetica e usabilità

27) Scegli un layout o tema facilmente navigabile

Oggi, prima di tutto, viene l’usabilità: il tuo blog può essere fantastico e i tuoi contenuti grandiosi. Ma se gli utenti non riescono a navigare il resto serve a ben poco.

28) Scegli un tema o layout accattivante

Lo stile lo scegli tu: semplice, aggressivo, colorato, sobrio. Ognuno ha il suo marchio, ovviamente.

Ma in un modo o nell’altro il blog deve risultare piacevole: anche l’occhio vuole la sua parte e la decisione finale sul ri-visitare un blog passa anche da questo.

29) Mantieni rapido il caricamento delle pagine

Fa parte del concetto di usabilità: le pagine devono caricarsi velocemente, non c’è dubbio. Tu aspetteresti un’eternità per leggere un articolo?

Se usi un CMS puoi utilizzare un plug-in adatto, un po’ come W3 Total Cache per WordPress. Altrimenti assicurati di snellire manualmente tutto ciò che è superfluo.

Extra

30) Partecipa agli eventi offline

Ricordati che non esiste solo l’online. Siamo persone reali, fatte di carne.

Ogni tanto, quando ne hai la possibilità, partecipa a un evento o anche a un semplice meeting di professionisti del tuo settore vicino alla tua città: il miglior modo per aumentare le visite di un blog è migliorare le relazioni personali e far sì che la gente voglia saperne di più su ciò che sei e che fai.

Sai quanto può essere potente il passaparola?

31) Aggiungi valore alle conversazioni

Prima ti ho detto di creare valore quando sfrutti i gruppi sui social network.

Ma voglio estendere questo concetto e chiarire un principio generale: dovresti sempre preoccuparti di creare valore nelle tue conversazioni.

Non voglio dire che tu debba sempre essere serioso o impeccabile, anzi. Essere naturale, scherzare e prendersi in giro è l’ideale, non esiste solo il lavoro.

Ma quando affronti una discussione lavorativa e lo fai in maniera seria cerca di non apparire mai banale. Non scrivere tanto per scrivere, tanto per far leggere il tuo nome.

Fa’ che venga quanto più spesso associato a un commento interessante, un’idea costruttiva, un’opinione valida.

Tutti vorranno avere un consiglio in più da chi ha lasciato il segno.

Condivisioni
L’autore

Daniele Carollo

Ciao! Mi occupo di content marketing: strategia e creazione di contenuti per il web, SEO e Wordpress. Nel mezzo, una vagonata di caffè.
45 Commenti
  1. Ottimo articolo ed utilissimo. Ma se a voler aumentare le visite è un azienda piccola valgono le stesse “regole” o ci sono altre ?

    1. Daniele Carollo

      Ciao Enrico,

      ti ringrazio. Io credo che si tratti di regole assolutamente valide anche per una piccola azienda! Tu invece? Avevi qualche perplessità in più?

      1. Grazie per i consigli, molto utili,ti invito se lo vorrai a scrivere un articolo per il mio blog nato da poco. Grazie di nuovo

        1. E’ un ottima lista con le regole che devono essere applicate per diffondere un sito. Poi, ovviamente, alcune si adattano meglio di altre a seconda della tipologia di sito.

          Ad esempio i social sono molto utili per aziende B2C, per aziende B2B sono meno performanti.

  2. Complimenti per l’articolo molto esaustivo.. Di questi 31 consigli molti li avevo già utilizzati ed ora perfezionati..ottenendo ottimi risultati nei miei blog. Grazie ottimo lavoro.

    1. Daniele Carollo

      Ciao Fabio,

      ti ringrazio. Alla prossima!

  3. ottimo articolo: suggerimenti tanto semplici quanto concreti!! :-)
    Proverò a tenerli ben presenti.
    Saluti.

    1. Daniele Carollo

      Ciao,

      felice di esserti stato d’aiuto. Al prossimo articolo!

  4. Simone

    Grazie caro :))

  5. Ciao,
    ho letto con piacere questo articolo, veramente ben fatto: molto chiaro!
    Ho sperimentato personalmente il punto 4 e ho ottenuto buoni risultati con articoli privi di immagini, ma, parere personale, preferisco di gran lunga inserirle per arricchire gli articoli.

    1. Daniele Carollo

      Ciao Max,

      ti ringrazio! Sono comunque d’accordo con te: se un articolo è ben fatto e ben preparato può ottenere risultati anche senza un’immagine, ma trattandosi di un plus che costa poco e che lo migliora ulteriormente non vedo grossi motivi per privarsene ;)

      1. E poi, come dici nell’articolo: “aumenta le probabilità di share”. In effetti una buona immagine attira sempre l’occhio e potrebbe dare una marcia in più quando si condivide!
        Sto pensando da tempo di dedicarmi alla creazione di infografiche, come consigli nel punto 9… Ho seguito, qualche settimana fa, un convegno sulla digitalizzazione delle imprese in Italia e ho potuto apprezzarne il potenziale nel descrivere un concetto in breve ma in modo davvero efficace!

  6. Valerio

    Accolgo immediatamente i vostri consigli e li rendo subito operativi.
    Venite a dare un’occhiata al mio Travel Blog e criticatemi, linciatemi, consigliatemi :-)
    valeriontheroad.it
    Ciaoooooooo ;-)

  7. grazie daniele per le info molto utili…ho un blog da pochissimo e fatico tanto ad avere visitatori..spero di riuscire a mettere in pratica un po dei tuoi preziosi consigli

    1. Daniele Carollo

      Ciao Daniela,

      grazie e in bocca al lupo per il tuo nuovo blog!

  8. Grazie Daniele,

    I tuoi consigli sono preziosi. Cercherò di applicarli al mio blog e speriamo che abbiano successo :)

    1. Daniele Carollo

      Ciao SmartWeable.it (ti chiami così da quello che leggo! :) )

      in bocca al lupo con il blog!

  9. Ciao grazie mille di questi consigli. Sto cercando di metterli in pratica. Ma non riesco a commentare alcuni blig che leggo sempre. Sai dirmi come risolvere questo problema?

    1. Daniele Carollo

      Ciao Pepperpot,

      non è che si tratta di blog che richiedono l’approvazione del commento, quando viene lasciato per la prima volta? (Come qui su Seocial!).

      Altrimenti non saprei…cosa succede esattamente?

      1. Non credo perché fino a un po di tempo fa riuscivo a pubblicare. Io scrivo il commento mi dice pubblicazione in corso poi si ricarica la pagina e il mio commento non c’è.

        1. Daniele Carollo

          A questo punto non saprei, soprattutto se accade solo con alcuni siti o blog. Hai provato a contattare direttamente uno degli amministratori per fare notare il problema?

          1. No provero a fare cosi magari mamdando una mail. Grazie per le risposte e complimenti per il sito

  10. NEN

    Ma quanto conta nel numero di visitatori avere un blog totalmente free o utilizzare un hosting a pagamento?

    1. Daniele Carollo

      Ciao Nen,

      è uno di quegli aspetti che incide – anche – indirettamente: se il tuo blog è valido, probabilmente può ottenere le stesse visite a prescindere dal fatto che sia free o di proprietà.

      È chiaro che da un punto di vista di immagine/branding oltre che di sviluppo della “forza” del proprio dominio, è un peccato regalare tutto al servizio che ci ospita.

  11. Ciao Daniele, grazie mille per il tuo articolo, molto semplice e intuitivo. Esistono anche degli aggregatori di siti web che consigli?

    1. Daniele Carollo

      Ciao Emanuela,

      nell’era di Google è veramente complicato trovare aggregatori di siti validi :)

      Tu che ne pensi?

  12. Ciao e grazie per l’articolo,
    Volevo chiderti se è vero che le keyword ormai sono obsolete come dicono su seocentro.

    1. Daniele Carollo

      Ciao Enrico,

      il meta-tag keywords (immagino si riferissero a questo) è effettivamente obsoleto, come Google stessa ha dichiarato.

      Ciao!

  13. Ciao ho appena creato un blog dedicato a sport, cibo e salute. Cosa mi consigli di fare per lanciarlo ? ho iniziato a scrivere qualche articolo ed ho un profilo instagram connesso.

    1. Daniele Carollo

      Ciao Tiziano,

      beh, parti dai 31 passaggi scritti sopra! ;) Per il resto, il consiglio più grande è quello di ignorare completamente i possibili guadagni per il momento e di concentrarti esclusivamente sulla crescita del blog: pubblica davvero con regolarità e cerca di conoscere e intrattenere rapporti con tutte le persone dell’ambiente (twitter è ottimo per questo).

      Quando avrai guadagno la stima e la fiducia degli altri sarà il tempo dello step successivo ;)

  14. Gran bell’articolo….ricco di consigli!

  15. Semplice, chiaro e post fatto molto bene! Grazie

    1. Daniele Carollo

      A te Fabrice!

  16. Complimenti per l’articolo, da qualche mese gestisco il mio blog e ho approfondito molto il digital marketing e la seo. Ho trovato spunti interessanti che condivido.

  17. Ottimo ! Ti andrebbe di scrivere anche per i bigginer di WordPress è alle prime armi con seo cose da sapere? Grazie

    1. Daniele Carollo

      Ciao Ina,

      che tipo di articolo vorresti trovare? :)

  18. Articolo veramente scritto bene per chi deve iniziare come me :) Ti ringrazio tantissimo!!

    1. Daniele Carollo

      Grazie a te Federica…e in bocca al lupo per le tue guide!

  19. Articolo molto interessante, mi sto iniziando ad affacciare al mondo del blogging in modo professionale e questo articolo era quello che mi serviva per aumentare la precisione di questo lavoro che reputo molto affascinante. Grazie!

    1. Daniele Carollo

      Ciao Salvatore,

      felice di essere stato d’aiuto. In bocca al lupo per il tuo progetto!

  20. Ciao! Davvero complimenti perché scrivi articoli di tutto rispetto. Si vede che sei spinto dalla passione e aiuti in modo valido i tuoi lettori. Spero di riuscire anch’io a fare lo stesso visto che sono nuova in questo mondo di blogger! Il mio si chiama the 4 season. Aiuto le persone a dimagrire grazie alla mia personale esperienza. Spero di arrivare al cuore dei lettori come fai tu!

    1. Daniele Carollo

      Ciao Francesca,

      grazie davvero per le belle parole! Ti auguro di riuscire nel tuo intento visto l’obiettivo importante…a presto!

  21. Articolo di facile lettura e molto utile! Sicuramente seguirò i tuoi consigli e li applicherò sul mio sito!
    Saluti.

    1. Daniele Carollo

      Alla grande Federico…alla prossima!

SEO per Wordpress: guida completa a Yoast SEO

Wordpress SEO by Yoast

Vuoi ottimizzare il tuo sito o blog in maniera facile?

Ho scritto una guida al plugin Wordpress SEO by Yoast che ti aiuta a impostarlo e sfruttarlo al 100%. Dai un'occhiata:

Ehi! Vuoi ricevere tutte le novità e contenuti esclusivi?

Wordpress SEO by Yoast

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti alla newsletter di Seocial: